SEGUITEMI SU TWITTER

Cerca nel blog

domenica 31 marzo 2013

venerdì 29 marzo 2013

LA MEMORIA DI FEDERICO ALDROVANDI CONTINUA AD ESSERE CALPESTATA

CASO ALDROVANDI

CASO ALDROVANDI: I COSIDDETTI POLIZIOTTI CHE PROTESTAVANO SOTTO L'UFFICIO DELLA MAMMA DI FABRIZIO, IN DIFESA DEI LORO COLLEGHI ASSASSINI CHE A CALCI, PUGNI E MANGANELLATE HANNO AMMAZZATO IL RAGAZZO LASCIANDOLO ESANIME IN UNA CHIAZZA DI SANGUE. LA MAMMA, COSA CHE NON AVREBBE MAI VOLUTO FARE, PER,PROTESTARE CONTRO QUEI COGLIONI CHE A LORO VOLTA PROTESTAVANO SENZA INDOSSARE LA DIVISA CONTRO LA CONDANNA DEI COLLEGHI ASSASSINI, HA DOVUTO MOSTRARE UN POSTER DEL FIGLIO MORTO CON LA TESTA RIVERSA IN UNA POZZA DI SANGUE, EBBENE QUESTI VERMI HANNO DETTO CHE LA FOTO ERA STATA RITOCCATA CON PHOTOSHOP.

lunedì 25 marzo 2013

SETTE ANNI DI GALERA A DELL'UTRI.

...e poi perché Nico Pillinini riesce a far satira su tutto: dallo tsunami alla guerra, dal terrorismo al papa, dalla crisi della Fiat a quella del gas, dalla pedofilia alle epidemie alle banche. Io comunque, da giustizialista impenitente e un po’ sognatore, preferisco la vignetta del gangster che prepara la cella per l’arrivo di Dell’Utri. (Marco Travaglio dalla prefazione del libro di Nico Pillinini "Ecce Gnomo". Edizioni Dedalo 2006). SETTE ANNI A DELL'UTRI.

venerdì 22 marzo 2013