SEGUITEMI SU TWITTER

Cerca nel blog

domenica 30 novembre 2008

LA SOCIAL CARD E' COME UNA CARD BANCOMAT, MA NON SI SA DOVE METTERLA.

SOTTO IL CAVOLO!!!


Crisi, Bersani: «Decisioni insensate Il governo imbroglia, dica la verità».
Misure da 6,3 miliardi, nasce il fondo per i prestiti cicogna
http://www.ilmessaggero.it/articolo.php?id=36402&sez=HOME_ECONOMIA

LE BUONE DOMENICHE!


Quelle belle domeniche, di quando eravamo bambini, poterci alzare tardi sapendo di non dover andare a scuola, e invece scendevamo dal letto ancor prima degli altri giorni, per non perdere un solo secondo del giorno di festa che ci lasciava liberi da ogni impegno. Certo la prima parte della domenica era proprio così, intorno all'ora di pranzo il profumo del sugo e polpette fritte ,cucinate dalla mamma, che ci inebriava l'olfatto ci confermava che era proprio domenica. Ma dopo pranzo già la giornata si intristiva, la notte calava molto presto e non c'era neanche la TV dei ragazzi. Veniva fuori che c'erano compiti da fare per il giorno dopo tralasciati il sabato pensando "massì domani pomeriggio me li faccio in quattro e quattr'otto!", invece il mattino seguente in classe seduto tra i banchi con la paura di essere interrogato. Viva il sabato.
http://it.youtube.com/watch?v=MqLNoxT-xuk

sabato 29 novembre 2008

ALLE URNE!


NIGERIA: BRUCIATE CHIESE E MOSCHEE, CENTINAIA VITTIME.
LAGOS - Scontri interconfessionali cominciati ieri nella città nigeriana di Jos, Stato dell'Altopiano, il giorno dopo lo svolgimento di elezioni locali hanno provocato un gran numero di morti. Secondo un corrispondente locale di Radio France International le persone uccise si conterebbero a centinaia. ALtre fonti sono più caute. Fonti giornalistiche e organizzazioni umanitarie presenti sul posto parlano di 20 morti. Ma un corrispondente locale afferma di avere contato in una moschea 381 cadaveri. Sarebbero la conseguenza delle violenze che stanno opponendo cristiani e musulmani, con gli uni che si sono dati ad incendiarie moschee e gli altri che hanno risposto facendo altrettanto con le chiese. Il governatore dello Stato ha oggi proclamato il coprifuoco in quattro quartieri della città.http://www.ansa.it/opencms/export/site/visualizza_fdg.html_821444848.html

UN PREMIO SE CHIAMI I FIGLI BENITO E RACHELE.


http://www.ilsole24ore.com/art/SoleOnLine4/Norme%20e%20Tributi/2008/11/benito-rachele-scelta-nome.shtml?uuid=a45a1b4c-baf0-11dd-a2fd-575857747b1d&DocRulesView=Libero

venerdì 28 novembre 2008

ZELIG


Patrucco e Cornacchione in visita alla mostra delle mie vignette, allestita nell'ambito della Festa Nazionale de "l'Unità."

CON BOCCHINO NEL GOVERNO!


Decreto anti crisi, il governo prova a far cassa tassando il porno.
http://www.unita.it/index.php?section=news&idNotizia=73655

BOMBAY

giovedì 27 novembre 2008

CHE?

EL PUEBLO, DONDE ESTA'?

BONUS QUELLO!


Sciopero Cgil. Epifani: confermata mobilitazione 12 dicembre.
"Restituire con tredicesima tasse in più pagate da lavoratore"
La Cgil conferma lo sciopero generale fissato per il 12 dicembre. Lo ha affermato il leader Guglielmo Epifani in conferenza stampa a Palazzo Chigi, al termine dell'incontro tra governo e parti sociali sulle misure anticrisi. "Sono tutte confermate le ragioni della mobilitazione", ha sottolineato Epifani.
Il segretario generale della Cgil ha aggiunto che "quando penso a un intervento fiscale penso alla restituzione delle tasse in più pagate dai lavoratori dipendenti. Bisogna intervenire con la tredicesima e legare questo intervento straordinario a dicembre con uno strutturale a partire da gennaio".

mercoledì 26 novembre 2008

SALUTAMI A SORU!


Sardegna/ Francescato: Soru ci ripensi "Il Pd lo sostenga su battaglie chiave per governo territorio".
Dopo il Pdci, anche i Verdi si schierano con Renato Soru, presidente della Regione Sardegna che ieri ha annunciato le sue dimissioni: "Soru ci ripensi - commenta in una nota Grazia Francescato, portavoce nazionale del Sole che ride - e non abbandoni una battaglia chiave per il futuro della Sardegna come quella del governo sostenibile del territorio".
"Il Partito Democratico - chiede Francescato - lo sostenga con maggior forza per permettergli di completare e migliorare il lavoro iniziato con la legge salva coste e con il Piano paesaggistico".
"Siamo sicuri - conclude la leader ambientalista - che con un più serrato dialogo con gli ambientalisti, con i Verdi e con quella parte di società civile che ha a cuore le sorti della Sardegna Soru non solo potrà tornare più forte ma potrà dar vita ad un'azione politica ancora più incisiva ed in grado di tutelare l'enorme patrimonio naturale dell'isola".

CARD IGIENICA


PICCOLO CESARE*


Fini, messaggio a Berlusconi "No al cesarismo nel Pdl".
L'accusa è di Gianfranco Fini: "C'è il rischio di cesarismo" nel partito unico del centrodestra. In quel Pdl - annunciato da Silvio Berlusconi dal predellino di un'auto e che ora dovrebbe muovere i primi passi dopo la convention di scioglimento rapido di Forza Italia, venerdì scorso, e in vista del congresso di An - il pericolo "di cesarismo" è reale, concreto. Visto il modo con cui il Cavaliere si comporta, di solito. Non poteva essere più schietto, il presidente della Camera ed ex leader di An. Un riferimento esplicito a quanto si muove nella metà campo del centrodestra: "Ci vogliono paletti contro il cesarismo e questi sono rappresentati dalla garanzia di democrazia interna ai partiti"...
http://www.repubblica.it/2008/11/sezioni/politica/pdl-10/pdl-10/pdl-10.html
*http://www.mymovies.it/dizionario/recensione.asp?id=18359

martedì 25 novembre 2008

ISOLA DEI PENOSI


Luxuria vince l'Isola dei famosi 6.
Vladimir Luxuria trionfa alla sesta edizione dell'Isola dei Famosi vincendo con il 56% delle preferenze, contro il 44% ottenuto dall'avversaria Belen Rodriguez. Una gara sul filo di lana, un testa a testa tra l'ex parlamentare di Rifondazione Comunista e la modella argentina. Luxuria, come da regolamento, destinerà metà del montepremi in beneficenza e ha scelto l'Unicef.
http://www.tgcom.mediaset.it/televisione/articoli/articolo434102.shtml

ATTENZIONE SCUOLA!!!


Allarme scuole “Vecchie e cadenti”.
Momenti di paura al liceo classico Vivona, all’Eur. Ieri mattina verso le 10.30 l’infisso di una finestra nell’aula della III C si è staccato improvvisamente ed è crollato sui banchi. Nessuno è rimasto ferito, ma lo spavento è stato molto tra gli studenti, che hanno temuto si potesse ripetere la tragedia del liceo di Rivoli. Sul posto sono intervenuti i vigili del fuoco e i tecnici dell’assessorato provinciale alla Scuola, che hanno messo in sicurezza l’aula. “Il crollo - ha spiegato il vicepreside dell’istituto, Paolo Lauciani - ci ha colti di sorpresa perché gli infissi erano stati messi da poco. È stata una fortuna che nessun ragazzo sia rimasto ferito”. “La scuola, che risale agli anni ’60, ha numerosi problemi, tutti segnalati alla Provincia- denuncia Lauciani: sia in palestra che all’ultimo piano piove”. E la situazione non è migliore altrove.Presidi allarmatiIntanto ieri, dopo il crollo al Vivona e sull’onda emotiva della tragedia nel torinese, i vigili del fuoco sono stati chiamati a intervenire in diverse scuole chiamati da presidi preoccupati per crepe, distacchi di intonaci, lesioni nei muri degli istituti. Il Liceo Vivona è infatti solo uno dei tanti istituti superiori di Roma dove manca quasi totalmente la manutenzione ordinaria e straordinaria. Solo 130 scuole romane (il 9,7%) hanno avuto interventi recenti. Il dato emerge nel dossier “Ecosistema Scuola 2008” di Legambiente, indagine sullo stato di salute degli edifici scolastici.Altro problema delle scuole laziali è l’età: sono vecchie. Infatti, su 1.453 edifici censiti tra elementari e medie, ben 680 (46,8%) hanno più di trent’anni, 773 (53,2%) sono stati costruiti dopo il 1974 (anno in cui la legge ha stabilito i criteri di edilizia antisismica), ma solo 68 (il 4,68%)sono stati edificati dopo il 1990. Ma quel che è peggio è che quante e quali siano le scuole romane che hanno bisogno di interventi urgenti di manutenzione nessuno lo dice. Mercoledì gli studenti saranno in mobilitazione per chiedere investimenti sull’edilizia scolastica. city

ANNO ZERO


Ocse: «Recessione durevole». http://www.corriere.it/economia/08_novembre_25/ocse_recessione_72ea5520-bad9-11dd-9d74-00144f02aabc.shtml

CRISTIANA PEGORARO






Bellissima serata ieri a Locorotondo organizzata nelle sale dell'auditorium del comune dal direttore di "Paese Vivrai", Giuseppe Giacovazzo: Cristiana Pegoraro la bravissima pianista ha eseguito pezzi composti da lei mentre sul palco Giuseppe Giacovazzo e Donatella Cupertino leggevano le poesie scritte dalla stessa Cristiana e pubblicate nel libro "Ithaka" edito dalla casa editrice Palomar, l'artista ha concluso la serata proponendo la sonata Op. 111 di Beethoven e Libertango di Astor Piazzolla arrangiato dalla stessa pianista.
Nelle foto dall'alto in basso: Cristiana Pegoraro e Nico Pillinini, Giuseppe Giacovazzo e Donatella Cupertino, Giuseppe De Tomaso direttore de "La Gazzetta del Mezzogiorno", Donatella Cupertino.
http://www.cristianapegoraro.com/italiano/recensioni.asp

BUONANOTTE!

NO SCHOLA SED MORTE


http://torino.blogosfere.it/2008/11/la-morte-di-vito-scafidi-alla-scuola-darwin-di-rivoli-irrompe-al-torino-film-festival-si-organizzano.html

lunedì 24 novembre 2008

HENRY SALVADOR.


Da bambino mi faceva morire dalle risate, e siccome non è che sia molto maturato, continua a farmi morire dal ridere: grazie Henry. http://it.wikipedia.org/wiki/Henri_Salvador

SOTTO IL GREMBIULINO, NIENTE!

sabato 22 novembre 2008

BUONA NOTTE!

FANNO CONTENTO IL PADRONE!!!

"BASTA ESSERE SCHIACCIATE DALL'UOMO".


Donne in piazza contro la violenza: «indecorose e libere».
“Donna prima che figlia, donna prima che moglie, donne prima che madre, donna prima che sia tardi”: recita così uno dei cartelli portati dalle tante ragazze che animano il corteo contro la violenza sulle donne, a Roma. “Ti lamenti, ma che ti lamenti, piglia lu bastuni e tira fora li denti” è invece il ritornello della canzone più trasmessa dal carro in testa al corteo, una canzone della tradizione siciliana, che narra il dialogo tra Gesù e i due ladroni crocifissi vicino a lui, riadattata per l'occasione.

Un centro anti-violenza espone invece uno striscione con la scritta “La violenza sulle donne ha molte facce”, e le facce sono quelle dei ministri Brunetta, La Russa, Gelmini, Carfagna, Tremonti, Calderoli; del premier Berlusconi e di papa Ratzinger.

SARA' MICA QUESTO IL MIRACOLO PROMESSO AGLI ITALIANI?


http://it.wikipedia.org/wiki/San_Gennaro

LA BANCA BASSOTTI.


“Bisogna detassare i conti corrente e porre attenzione alle famiglie”.
Queste le parole del Governatore della Banca d’Italia Mario Draghi in un intervento durante l’84esima giornata mondiale del risparmio. Il Governtore di Bankitalia ha espresso una previsione alquanto negativa riguardo la durata del periodo di stagnazione economico-finanziaria di questo momento che darà segni di miglioramento soltanto a metà 2009.

Nell’attesa Draghi spiega che come sempre i soggetti più a rischio sono le famiglie, soprattutto quelle con una situazione finanziaria precaria perciò è necessario che le banche prestino attenzione a tali soggetti con interventi concreti come ad esempio l’indicizzazione dei mutui a tassi diversi dall’Euribor che è aumentato vertiginosamente dopo la crisi del mercato interbancario.

Inoltre secondo Draghi sarebbe necessario riconsiderare la pressione fiscale sui depositi bancari che grava sui risparmiatori e rivedere la fiscalità dei fondi comuni che tassano le plusvalenze maturate anziché quelle realizzate costituendo uno svantaggio rispetto agli altri Paesi.

Alla giornata mondiale del risparmio è intervenuto anche il Ministro dell’Economia Giulio Tremonti che a riguardo ha parlato di tutela del governo nei confronti delle banche con un’azioni transitorie di finanziamento.

VILLARI SE MOLLI LA POLTRONA HAI UN FUTURO A CANALE CINQUE.



Vigilanza Rai, Villari non molla
Fini e Schifani: «Ora si dimetta»

http://www.corriere.it/politica/08_novembre_20/villari_commissione_vigilanza_f032fcf4-b709-11dd-9fd6-00144f02aabc.shtml

venerdì 21 novembre 2008

BUONANOTTE, BUONANOTTE!

FACCIAMOCI DUE RISATE COL COGLIONE.

DICA 33MILA.


http://www.repubblica.it/2008/11/sezioni/cronaca/sicilia-truffa/sicilia-truffa/sicilia-truffa.html

LA STAZIONE DI SEVIZIO!

COOMMOZIONE CEREBRALE.


Forza Italia si scioglie. Berlusconi sul palco col fazzoletto.
«Data l'età sono facile alla commozione»: così Silvio Berlusconi all'ultimo Consiglio nazionale di Forza Italia che ha approvato la mozione che prevede la convergenza nel Pdl. Il premier ha sottolineato più volte di essere «commosso» dal calore della platea portandosi ad un certo punto anche il fazzoletto agli occhi

IN MORTE DI UN AMICO.


Lello Orzella è stato l’ideatore e il conduttore di “Polifemo”, un programma di approfondimento politico che va in onda da ben dodici anni su Blustar. Della televisione locale era anche il direttore della pubblicità. Orzella ha organizzato numerose manifestazioni tra cui anche eventi dedicati alla beneficenza. Ha anche organizzato concorsi di bellezza e ricoperto il ruolo di presentatore della tv e della radio. Ciao Lello.
L'occhio di Polifemo era il simbolo grafico della sua trasmissione.

giovedì 20 novembre 2008

E DOPO CAROSELLO, TUTTI A NANNA!

SI STAVA MEGLIO QUANDO SI STAVA MEGLIO!


Corriamo ai ripari, è in arrivo una valanga. Il segretario della Cgil Guglielmo Epifani, sulla crisi fa un’analisi spietata. Dalla ricognizione che la Cgil sta «facendo in queste ore – spiega – esce un quadro sulla crisi molto più pesante, sta arrivando una valanga». La crisi, sostiene Epifani, «sta colpendo le nostre strutture. Regioni come l'Emilia Romagna che non avevano mai avuto problemi ora ne hanno di seri».

UNA VALANGA, MA NON AZZURRA!!!

BERLUSCA DOCET!

martedì 18 novembre 2008

BUONANOTTE...

BERLUSCLOWN


Berlusconi fa «cucù» alla Merkel
TRIESTE - Un altro siparietto di Silvio Berlusconi con i «grandi» della Terra. Stavolta niente corna ma il gioco del nascondino. Accade tutto al vertice italio-tedesco di Trieste. Il presidente del Consiglio, nell'accogliere Angela Merkel a piazza dell'Unità d'Italia, si piazza dietro il pennone portabandiera e all'arrivo del cancelliere sbuca fuori esclamando «Sono qui». La Merkel, allargando le braccia e con aria divertita, risponde al «cucù» del Cavaliere con un laconico e non si sa quanto imbarazzato: «Silvio».

QUALCUNO VOLO' SUL NIDO DEL CUCULO.


http://it.wikipedia.org/wiki/Qualcuno_volò_sul_nido_del_cuculo

IERI, MOGGI E DOMANI...


Tornei giovanili 2006-2007 truccati
«Una ferita per il calcio pugliese»

BARI – «Una ferita per il calcio pugliese»: così il presidente del comitato regionale pugliese della Lega nazionale dilettanti, Vito Tisci, definisce l'inchiesta federale su presunte irregolarità nei referti arbitrali dei campionati Allievi e Giovanissimi della stagione 2006-2007. Pur precisando che «al momento è indispensabile attendere la sentenza della commissione di giustizia e garanzia della Figc», Tisci non nasconde che «si tratta di un avvenimento che evidenzia comportamenti fortemente diseducativi, mentre in Puglia nel settore del calcio giovanile ci sono tanti dirigenti seri e soprattutto onesti». L’inchiesta è esplosa alla vigilia delle elezioni per il rinnovo delle cariche, tra cui la presidenza regionale della Federcalcio...http://www.lagazzettadelmezzogiorno.it/GdM_sport_NOTIZIA_01.php?IDNotizia=215780&IDCategoria=1

GIOCO DI NANI GIOCO DI VILLARI.


VIGILANZA RAI: DI PIETRO, BERLUSCONI CORRUTTORE POLITICO COMPRA TUTTI
Il presidente del Consiglio, Silvio Berlusconi e' un ''corruttore politico che compra tutti noi''. A pensarla cosi' e' il leader di Idv, Antonio Di Pietro che, in una conferenza stampa a Montecitorio, annuncia le dimissioni del suo partito dalla Vigilanza Rai dopo l'epilogo della vicenda 'presidenza', che ha visto la maggioranza eleggersi un candidato diverso da Leoluca Orlando, portavoce di Idv, il senatore del Pd, Riccardo Villari.
''Denuncio l'esistenza e la persistenza dell'attivita' di un corruttore politico, il presidende del Consiglio Berlusconi, che se l'e' sempre cavata. Ha tentato - racconta Di Pietro - di corrompere me quando mi ha offerto un posto da ministro. Ha tentato di corrompere Orlando, ha tentato, ed e' riuscito, di corrompere Villari. Se non ci credono ci denunciassero che qualche prova, probabilmente possiamo portargliela''.

VADO A PRANZO, A DOPO!

CAMERA...DA LETTO?


Un articolo su la stampa denuncia “nel settembre di quest’anno, la Camera dei deputati ha «lavorato», nel senso di aver condotto un dibattito con votazioni in Aula, appena nove giorni”.

Le esortazioni di Fini a “lavorare” di più non hanno avuto alcun effetto, denuncia Roberto Giachetti, deputato del PD, «Altro che lavorare di venerdì. Qui la Camera si squaglia già il giovedì all’ora di pranzo».

Cosa ne pensa Brunetta? Il ministro fantuttone (aggettivo creato da Francesco Merlo su Repubblica), colui che si glorifica del ruolo di epuratore degli sprechi, ostinato e intransigente oppositore anche del più insignificante degi sperperi di denaro pubblico, non dovrebbe tuonare contro tale turpitudine?

Non vorrei banalizzare la critica ma vista la sua caparbietà è una questione di principio, non solo economica; perché la notizia non sucita lo sdegno del ministro? E’ urgente un immediato provvedimento per arginare tale vergona. I tornelli sembra siano la panacea, o no?

Ministro, se lotta ai fannulloni deve essere, facciamola a 360 gradi.

lunedì 17 novembre 2008

domenica 16 novembre 2008

HEART SUTRA CHANTING


FLANELLONI.


«Fannulloni di sinistra»
Scontro Brunetta-Epifani

http://www.unita.it/index.php?section=news&idNotizia=73152

GRATTA E PERDI!


grattarsi i coglioni in pubblico è reato.
Un operaio di Como (del resto, chi altri se non un operaiaccio si gratta i maroni in pubblico) è stato condannato a 200 euro di multa più altri mille da dedicarsi alla cassa ammende (istituzione di cui prealtro ingoravo l'esistenza).

L'avvocato della difesa ha sostenuto che si trattava di porre rimedio a un fastidio provocato dal cavallo, ma nulla da fare.

Scrive la suprema Corte: "Il palpeggiamento dei genitali alla presenza di terze persone è manifestazione di mancanza di costumanza e di educazione in quel complesso concetto di regole comportamentali etico-sociali".

Pare che il reato si consumi anche quando la grattata ha valenza apotropaica.
A PROPOSITO BERLUSCONI NON SI ERA DEFINITO "IL PRESIDENTE OPERAIO?"