SEGUITEMI SU TWITTER

Cerca nel blog

lunedì 26 gennaio 2009

FIAT: A RISCHIO 60.000 POSTI DI LAVORO!



Rino Gaetano - L'operaio della fiat ( la 1100 )

domenica 25 gennaio 2009

giovedì 22 gennaio 2009

IL FIATONE



FIAT: SINDACATI DA MARCHIONNE, INTERVENGA IL GOVERNO
Il 2009 si presenta come l'anno "piu' difficile di sempre": e' questa, in sintesi, la previsione del gruppo Fiat cosi' come appare nelle slides della presentazione agli analisti che si stanno per collegare con l'ad Marchionne per la conference call sui risultati 2008. Un anno tanto difficile mettera' alla prova "tutte le capacita'" del gruppo, e richiedera' "interazione fra industria e governi con obiettivi condivisi". Inoltre, "cambiera' significativamente il panorama del settore automobilistico, per sempre". Fiat, in tutto cio', "giochera' un ruolo (signiciativo)".

domenica 18 gennaio 2009

NICO/CAIFA




NEL 1793 QUANDO DICEVANO CHE NICO ASSOMIGLIAVA A BOB BINGHAM (CAIFA) nel film JESUS CHRIST SUPERSTAR. e per questo acchiappava un casino.
http://it.wikipedia.org/wiki/Jesus_Christ_Superstar_(film)

HANNO PERSO IL FILO

GAZA LADRA

EMME CHIUDE!


Arrivederci Emme
In un incontro che ho avuto in queste ore alla sede de l’Unità con il direttore Concita De Gregorio e con il nuovo amministratore delegato Antonio Saracino, sono stato informato, con mia grande sorpresa, che la proprietà del giornale considera tuttora valido e in vigore, per quanto riguarda il supplemento Emme, il contratto stipulato nel 2007 e la conseguente disdetta inviatami nell’Ottobre 2008. In altre parole, Emme, per la proprietà, chiude con l’ultimo numero di Gennaio, cioè con il prossimo.
E gli accordi presi con il direttore per il proseguimento di Emme all’interno del giornale ad 8 pagine, affiancato da un mensile da vendersi come allegato ad acquisto facoltativo? Un bellissimo progetto che però non ha, per usare un linguaggio governativo, alcuna copertura finanziaria e quindi va considerato nullo. Insomma, sembra che Concita ed io abbiamo fatto i conti senza l’oste, cioè senza considerare la situazione economica e finanziaria dell’editoria italiana e de l’Unità in specifico. Oggi, per quasi tutti i consigli d’amministrazione, sembra che la riduzione dei costi sia il problema assolutamente prioritario e molti quotidiani, assai più agguerriti e forti della nostra Unità, stanno tagliando supplementi, decurtando pagine, collaboratori e stipendi di collaboratori. Quest’oggi tocca ad Emme e mi sembra che ci sia davvero ben poco su cui insistere o recriminare. Rimangono alcune speranze aperte, non certo di facile realizzazione: una forte e significativa impennata nelle vendite del quotidiano e il possibile inserimento di Emme in una rinnovata e fortificata presenza online de l’Unità. Vedremo. Per ora ci piace salutarvi con un arrivederci e, pur nel dispiacere della chiusura, gioire per questi due anni di vita che hanno riaperto le speranze di un giornale satirico in Italia, che ha messo insieme, in buona armonia, una discreta serie di cervelli satirici, molti dei quali davvero giovani e nuovi. Li ringrazio tutti, uno ad uno, così come ringrazio i lettori che ci sono stati vicini in questo non breve periodo.
Ma un grazie ovviamente speciale lo rivolgo volentieri al direttore Padellaro e all’amministratore delegato Poidomani, che vollero darmi, nella primavera 2007, la possibilità di mettere in piedi questa bella scommessa e all’attuale direttrice De Gregorio, che ci ha dimostrato grande simpatia e fino all’ultimo ha tentato di farci sopravvivere sulle pagine del suo bel giornale.
Speriamo di rivederci presto,
Sergio Staino
http://www.facebook.com/note.php?note_id=116934565530

sabato 17 gennaio 2009

QUEL GRAN PEZZO DELL'UBALDA


Quando mi presentarono Edvige Fenech le dissi ridendo "finalmente vestita!".

MARCO E NICO





Il Meetup degli “Amici di Beppe Grillo” di Taranto, in collaborazione con la Pro Loco di Crispiano, ha organizzato un incontro con il noto giornalista e scrittore Marco Travaglio sul tema “Giustizia e Legalità”. Luogo dell’ incontro è il Teatro Comunale di Crispiano, sito in Piazza Casavola, 1. L’appuntamento è avvenuto il 16 Gennaio 2009 alle ore 17. Vista l’elevata partecipazione e a causa del limitato numero di posti a disposizione all’interno del teatro, la Pro Loco ha allestito uno schermo antistante la struttura per permettere, a chi non ha prenotato, di assistere all’incontro dall’esterno. L’appuntamento è stato fortemente voluto dal Meetup perchè Marco Travaglio è da sempre schierato dalla parte della verità e della trasparenza in ambito politico e giudiziario.
Marco Travaglio ha iniziato la sua carriera di giornalista al settimanale torinese Il Nostro Tempo. Ha lavorato a Il Giornale diretto da Indro Montanelli dal 1987 al 1994, quando è passato alla Voce, diretta sempre da Montanelli. Nel 1995, alla chiusura della Voce, ha collaborato come free-lance con diversi quotidiani e settimanali, fra i quali Il Giorno, L’Indipendente, Cuore, Il Messaggero, Il Borghese, Sette-Corriere della Sera; nonché con Il Fatto di Enzo Biagi su Rai1.
Nel 1998 è stato assunto a La Repubblica, dove tuttora lavora come collaboratore (sul sito repubblica.it cura la rubrica Carta Canta). Collabora anche con L’Espresso (rubrica Signornò), con Micromega, con L’Unità (dove tiene la rubrica Zorro), con Linus, con A e con Giudizio Universale. I suoi settori di specializzazione sono la cronaca giudiziaria e l’attualità politica. Collabora con Michele Santoro nell’ambito della trasmissione di Raidue AnnoZero.

L'ANNUNZIAZIONE!



Santoro in visita alla mostra delle mi vignette all'interno della Festa Nazionale Meridionale de L'Unità.


L'editto bulgaro.

giovedì 15 gennaio 2009

mercoledì 14 gennaio 2009

MARCO TRAVAGLIO A TARANTO


Il Meetup degli “Amici di Beppe Grillo” di Taranto, in collaborazione con la Pro Loco di Crispiano, ha organizzato un incontro con il noto giornalista e scrittore Marco Travaglio sul tema “Giustizia e Legalità”. Luogo dell’ incontro è il Teatro Comunale di Crispiano, sito in Piazza Casavola, 1. L’appuntamento è previsto per il 16 Gennaio 2009 alle ore 17. Vista l’elevata partecipazione e a causa del limitato numero di posti a disposizione all’interno del teatro, la Pro Loco allestirà uno schermo antistante la struttura per permettere, a chi non ha prenotato, di assistere all’incontro dall’esterno. L’appuntamento è stato fortemente voluto dal Meetup perchè Marco Travaglio è da sempre schierato dalla parte della verità e della trasparenza in ambito politico e giudiziario.
Marco Travaglio ha iniziato la sua carriera di giornalista al settimanale torinese Il Nostro Tempo. Ha lavorato a Il Giornale diretto da Indro Montanelli dal 1987 al 1994, quando è passato alla Voce, diretta sempre da Montanelli. Nel 1995, alla chiusura della Voce, ha collaborato come free-lance con diversi quotidiani e settimanali, fra i quali Il Giorno, L’Indipendente, Cuore, Il Messaggero, Il Borghese, Sette-Corriere della Sera; nonché con Il Fatto di Enzo Biagi su Rai1.
Nel 1998 è stato assunto a La Repubblica, dove tuttora lavora come collaboratore (sul sito repubblica.it cura la rubrica Carta Canta). Collabora anche con L’Espresso (rubrica Signornò), con Micromega, con L’Unità (dove tiene la rubrica Zorro), con Linus, con A e con Giudizio Universale. I suoi settori di specializzazione sono la cronaca giudiziaria e l’attualità politica. Collabora con Michele Santoro nell’ambito della trasmissione di Raidue AnnoZero.
Per Informazioni dettagliate sull’incontro è possibile consultare: http://www.meetup.com/Gli-Amici-di-Beppe-Grillo-Sezione-di-Taranto/it/ (Sito Ufficiale del Meetup degli “Amici di Beppe Grillo” di Taranto)
Si possono anche chiedere informazioni all’indirizzo e-mail: amicidibeppegrilloditaranto@gmail.com.

sabato 10 gennaio 2009


La vignetta qui sopra pubblicata sull'ultimo numero di EMME

giovedì 8 gennaio 2009

lunedì 5 gennaio 2009

SCARICA IL CALENDARIO


E per la fine dell'anno un omaggio ai gentili passanti e ripassanti.
Risorta dalle ceneri dell'inserto satirico "Paparazzin", un'armata brancaleone di autori navigati e autori naviganti, hanno dato vita all’unico calendario dichiaratamente pornografico del 2009. “Mamma il 2009! L’anno della Rinascita Democratica” è un calendario da tavolo che non disdegna l’armadio nazionale e i suoi scheletri obesi. Un calendario che spoglia tutte le Mamme, le Mammasantissima, le Mammane, Mammona & Mammelle.
Mai più senza l’onanistico calendario “Mamma il 2009! L’anno della Rinascita Democratica” perché è naturalmente maneggevole e si fa in 3 facili mosse, senza grappette, colla o scotch, al limite lo sputo. E poi è gratis, perciò è merda agli occhi di dioconsumo (scusate la bestemmia). Non farà crescere il PIL e ti pare poco?
Ovvìa, scaricalo dall’apposito sito. Ora.
Bastano sette pagine stampate a colori per sfoggiare in casa vignette inedite di esseri mitologici come Roberto Grassilli, Marco Scalia, Nico Pillinini, Edoardo Baraldi, Mauro Biani, Makkox, PV, Mario Natangelo, LeleFante, Marco Pinna e Fifo, Zurum, Manlio3, Giulio Laurenzi. Pezzi demenzialmente liberatori di Alvise Spanò, Viscontessa, Andrea Frau. Un calendario che fa curriculum. E noi quello facciamo: curriculum, anche nel 2009. Fallo con noi per tutto l’anno. Suvvia, fallo. SACRICALO QUI.

LETTERINA DA GAZA

NON SAPEVO CHE LE SFERE AVESSERO I LATI!

domenica 4 gennaio 2009

DA VITTIME A CARNEFICI


VERGOGNATI TU CHE HAI SCRITTO UN COMMENTO SENZA AVERE IL CORAGGIO DI FIRMARTI!!!

LA STRISCIA DI GARZA

sabato 3 gennaio 2009

Regalo


Il mio micione IL DUCA mi ha omaggiato con un suo regalino, a modo suo. Povero uccellino.

venerdì 2 gennaio 2009

"IL VECCHIO HOLDEN"


Se proprio volete saperlo, le articolesse meditative non si addicono alle celebrazioni del caro vecchio Jerome David Salinger. Il quale ieri ha compiuto (beninteso, qualora sia ancora qui con noi in questa schifa vita, anche se molto, molto lontano da noi) la bellezza di 90 anni. Se proprio volete saperlo, giornali e riviste - spiegava un puntuale dispaccio d’agenzia Agi - hanno rinunciato a mandare inviati a Cornish, il paesino del New Hampshire in cui lo scrittore si ritirò dopo il successo del suo romanzo, per intervistare il vegliardo. Sarebbe stata fatica sprecata, una nota spese buttata via, una domanda ingoiata dal vento. Un po’ come chiedersi dove vanno le papere del laghetto di Central Park in inverno. È chiaro che vanno dove gli pare e via dicendo. E dove gli pare se ne sarà andato lui, J.D.. Magari semplicemente a fare la spesa in un supermercato (se i supermercati sono aperti il primo dell’anno, da quelle parti) come la volta in cui un fotografo lo beccò, con le borse di plastica in mano e una smorfia di comprensibile dispetto per l’intrusione fuori programma. Se proprio volete saperlo, Il giovane Holden viene periodicamente ristampato in Italia da Einaudi, ovviamente nella stupenda versione di Adriana Motti. Ma abbiamo corso il rischio, qualche annetto fa, che Sandro Veronesi e Alessandro Baricco ne facessero una nuova. Se proprio volete saperlo, negli Stati Uniti il libro si studia a scuola e, nel mondo, se ne vendono circa 250mila copie ogni tot di mesi. Mica male. Inoltre sono tutti lì che ancora aspettano il nuovo-vecchio libro di Salinger, quell’Hapworth 16, 1924 di cui da tanto tempo si annuncia la pubblicazione. Amazon parla di gennaio 2009. Sarà la volta buona? Se proprio volete saperlo, a noi non frega niente, perché a noi basta Il giovane Holden. È ancora una cosa da lasciarti secco.
http://ricerca.repubblica.it/repubblica/archivio/repubblica/2001/03/18/tanti-auguri-giovane-holden.html

giovedì 1 gennaio 2009