SEGUITEMI SU TWITTER

Cerca nel blog

sabato 6 dicembre 2008

BOOK NELL'ACQUA.


Facebook e il virus letale dietro l'angolo.

- I 120 milioni di utenti di Facebook sono il nuovo obiettivo del virus «Koobface», che prende di mira il sistema di messaggistica del social network per infettare i Pc degli iscritti e successivamente appropriarsi di dati sensibili come i numeri delle carte di credito.

Quello di Koobface è soltanto l'ultimo degli innumerevoli attacchi da parte di hacker contro i siti di social network. «Altri virus hanno cercato di diffondersi su Facebook - spiega Barry Schnitt, portavoce del sito - ma solo una piccola percentuale di utenti è stata realmente colpita».

Secondo gli analisti dei laboratori McAfee, Koobface si diffonde inviando messaggi agli amici di un iscritto, del tipo «Come stai bene in questo nuovo video», che poi portano l'utente a una pagina web in cui gli si chiede di scaricare un aggiornamento del Flash player. Scaricando il software gli utenti sono automaticamente indirizzati a siti truffa quando utilizzano motori di ricerca come Google, Yahoo!, Msn, Live.com.

Il principale rivale di Facebook, MySpace, è stato oggetto di un attacco di una versione di Koobface ad agosto e, il virus è stato eliminato con una tecnologia speciale. Anche Facebook ha preso precauzioni e all'indirizzo facebook.com/security informa gli utenti su come eliminare i messaggi infetti e «pulire» eventualmente i loro pc. Ma i laboratori McAfee avvertono: chi sta dietro a Koobface non è intimidito, «lo sta rifinendo e aggiungendo nuove funzionalità».
Una notizia che ho voluto inserire poichè è il portale più conosciuto al mondo,o perlomeno più usato,una enorme diffusione che potrebbe essere a rischio per chi lo pratica,quindi giovani o meno giovani,dotarsi d'un buon antivirus per non piangere sul pc fuori uso,non aprire messaggi sconosciuti,come affermano gli addetti del settore,i vostri dati preziosi sono a rischio.
[ notizia tratta dal messaggero ].
http://freedomlibertadiparola.blogspot.com/2008/12/facebook-e-il-virus-letale-dietro.html

1 commento:

Ivo Serentha and Friends ha detto...

Facebook,se lo conosci lo eviti,creato per la ricerca tra universitari ormai in carriera,diventato mostruosamente diffuso,una vera manna per il divertimento degli hacker.

Noto con piacere le tue visite,ciao Dalida